GRACELAND: LA CASA DI ELVIS

NON TUTTI SANNO CHE… nella città di Memphis, al numero 3734 del Boulevard Elvis Presley, c’è Graceland, la tenuta del celeberrimo cantante ed attore omonimo. Qui il Re del Rock visse gran parte della sua vita!

Negli Stati Uniti, Graceland è la seconda residenza privata più visitata dai turisti, la prima è ovviamente la Casa Bianca.

Aperta al pubblico nel 1982, è stata inserita nel 1991 nel National Register of Historic Places e dichiarata Monumento Storico Nazionale nel 2006. Infatti, per gli americani, e non solo, è uno dei luoghi imperdibili, da visitare almeno una volta nella vita…

Elvis acquistò la casa nel 1957, il suo obiettivo era quello di avere maggiore sicurezza e privacy per lui e la sua famiglia, poiché la sua popolarità creava folle di persone delle volte difficili da gestire. Nella scelta dello stile coloniale assecondò i desideri dell’amata madre, Gladys.

Letteralmente Graceland significa “terra di Grace”, in onore della figlia di S.C.Toof (proprietario della fattoria), Grace, che ereditò dal padre la fattoria. Successivamente fu una delle nipoti di Grace che, nel 1939 trasformò la fattoria in una dimora in stile coloniale.

La casa di Elvis

Visitare Graceland è un’esperienza entusiasmante non solo per i fans di Elvis Presley. Infatti, in questo luogo è possibile conoscere gusti, abitudini e storia di un uomo divenuto una vera e propria icona, ispirazione per molti musicisti ed interpreti del rock and roll. Inoltre, il talento di Elvis è riconosciuto da molti dei suoi colleghi, John Lennon ha detto di lui e della sua musica: “prima di Elvis non c’era niente“.

A Graceland è quindi possibile visitare la sua enorme dimora, composta oltre 20 stanze, la sua collezione di automobili, il suo aeroporto privato, i suoi celebri abiti e la tomba dove è sepolto Elvis e la sua famiglia.

L’unica parte non visitabile è il secondo piano della casa, dove si trovano le stanze da letto, lo studio ed il bagno dove, il 16 agosto del 1977, fu trovato morto. Probabilmente a causa di un infarto.

Secondo i romantici quell’ala è chiusa per rispettare la privacy del Re del Rock che, anche in vita, nonostante avesse sempre la casa piena di persone, non permetteva a nessuno, a parte i suoi familiari, di salire nelle stanze da letto.

Il tour di Graceland è organizzato nei minimi dettagli: infatti, ogni visitatore viene dotato di un tablet con spiegazioni nella propria lingua e i pulmini, stile school bus americano, portano i gruppi di turisti in giro per la proprietà.

La dimora presenta molte stanze. La “Jungle Room”, dove Elvis amava rifugiarsi da solo o con gli amici del gruppo soprannominato “Memphis Mafia”. La “stanza delle Tv”, nello scantinato, dove si intratteneva guardando anche tre televisori alla volta (si racconta che, una volta, in un momento di follia Elvis sparò ai televisori). La “sala dell’oro”, un lungo corridoio dove sono esposti i dischi d’oro dell’artista e i riconoscimenti ricevuti, e la “stanza della musica” ubicata all’ingresso vicino al salotto.

Invece, all’esterno, Elvis volle far realizzare un “giardino della meditazione”, dove ora si trova la sua tomba e quelle dei suoi famigliari.

Graceland comprende anche il museo delle automobili appartenute a Elvis, il Presley Motors Automobile Museum.

CURIOSITA’

Elvis aveva un fratello gemello

L’8 gennaio 1935, la madre di Elvis diede alla luce due gemelli. Purtroppo uno di loro era nato morto. I genitori chiamarono suo fratello Jesse Garon Presley e diedero ad Elvis il secondo nome Aron, così da poter sempre ricordare l’altro loro figlio. Secondo alcune storie sulla sua infanzia, Elvis la notte era solito parlare con il suo fratello gemello.

E’ sopravvissuto ad un tornado

Nel 1936, a Tupelo (Mississipi), il piccolo Elvis Presley aveva solo 15 mesi, sopravvisse a un tornado che uccise 216 persone.

Non si è mai esibito fuori dall’America del Nord

Anche se Elvis ha venduto milioni di dischi in tutto il mondo e si è esibito in centinaia di concerti negli Stati Uniti ed in Canada, sembra non abbia mai eseguito un’esibizione al di fuori del Nord America. La ragione di questo era il suo manager, il Colonnello Tom Parker, nato nei Paesi Bassi, che risiedeva negli USA illegalmente ed aveva timore di lasciare il paese per paura di non potervi fare rientro. Così gli impegni di Elvis erano localizzati solo nel Nord America.

QUANDO VISITARE GRACELAND

Graceland è aperta al pubblico tutti i giorni dell’anno, tranne Natale ed il Giorno del Ringraziamento.

L’orario di apertura è dalle ore 9 del mattino alle ore 16 del pomeriggio. Però, in alcune giornate, specie per quelle festive, gli orari di apertura potrebbero subire dei cambiamenti.

In ogni caso, per le notizie aggiornate è necessario controllare sul sito ufficiale di orari di apertura e costi del biglietto: https://www.graceland.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.